L’oasi serena del Cimitero Acattolico di Roma

Poco distante dalla scenografica Piramide Cestia a Roma si schiude il tesoro del Cimitero Acattolico, il luogo non religioso in cui molti personaggi noti del passato, in particolare stranieri, hanno scelto di essere sepolti.  Lo spazio venne acquistato nel Settecento da alcune famiglie straniere residenti a Roma per poter seppellire i propri cari a cui era proibito accedere ai cimiteri cattolici.

All’ingresso un cartello segnala la collocazione delle tombe dei personaggi più noti perché questo luogo, come un piccolo Pére-Lachaise, è frequentato non solo dai parenti dei defunti ma soprattutto da chi desidera visitare sepolcri famosi.

Le tombe più frequentate sono quelle dei poeti inglesi Keats, con splendida vista sulla pineta del cimitero e sulla Piramide, e Shelley, ma anche quella del figlio di Goethe, da molti ritenuta erroneamente quella del poeta tedesco, che in realtà è sepolto a Weimar, dove morì.

I visitatori italiani, in netta minoranza da queste parti, amano soffermarsi davanti alla bella, semplice tomba di Antonio Gramsci.

MI PIACE PERCHE’: perché in qualunque religione si creda e da qualunque parte del mondo si arrivi, questo luogo è un parco tranquillo dove godersi un piccolo pezzo di storia senza la calca inevitabile in tutti gli altri luoghi monumentali di Roma.

Cimitero Acattolico, via Caio Cestio 6, Roma, www.cemeteryrome.it

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...